Venerdì 2 Ottobre Concerto degli Elisir al Diavolo Rosso

ELISIR in concerto al DIAVOLO ROSSO di Asti

Presentano il loro CD PERE e CIOCCOLATO

Ospite speciale : Walter Calloni

Venerdì 2 Ottobre – Piazza San Martino - ASTI
Inizio concerto ore 22:00 - Ingresso gratuito

Venerdì 2 ottobre gli Elisir suonano al Diavolo Rosso di Asti con ospite d'eccezione il noto Walter Calloni (mitico battersita del miglior rock anni Settanta e Ottanta con Eugenio Finardi, Alberto Camerini, gli Area, e poi collaboratore di PFM, Lucio Battisti, Ivano Fossati).
Gli Elisir si sono aggiudicati la Targa Tenco 2009
per il Miglior disco d'esordio dell'anno con l'album Pere e Cioccolato (Odd Times Records/Egea Distribution). Il premio viene assegnato dal Club Tenco in base ai voti di una giuria di circa 160 giornalisti musicali. Gli Elisir faranno parte del cast della 34a edizione del Premio Tenco, la "Rassegna della canzone d'autore", che si terrà dal 12 al 14 novembre al Teatro Ariston di Sanremo.
Il progetto Elisir nasce da un'idea della cantante Paola Donzella, affascinata dall'atmosfera culturale e musicale francese degli anni '30, (in particolare dal jazz-manouche di Django Reinhardt e dal mondo degli chansonnier parigini), e dalla canzone d'autore italiana. Fanno inoltre parte del gruppo Paolo Sportelli (piano, clarinetto), Daniele Petrosillo (contrabbasso) e Daniele Gregolin (chitarra.
E' difficile recintare la loro musica in rigide definizioni di genere, molte le fonti di ispirazione: la formazione classica di Paolo Sportelli (compositore e arrangiatore, direttore artistico del progetto), il legame e le suggestioni della terra d'origine di Paola Donzella, la Sicilia, e la passione culturale e poetica per la Francia. Tutto questo rielaborato in un immaginario poetico del tutto personale, trasognato e ironico al tempo stesso.
Le canzoni degli Elisir spaziano da frizzanti swing, a brani intimi e riflessivi; dalle sonorità vicine al mondo francese "colto" di Debussy e Satie, ai paesaggi mediterranei in cui il sole e il mare scandiscono i ritmi di vita. Da tanghi e valzer dal sapore antico a sonorità elettriche e rock.


Per informazioni:
www.elisirclub.com
www.diavolorosso.it

Museo della Frutta - I calchi in Museo

CITTA' DI TORINO
Divisione Cultura, Comunicazione e Promozione della Città
Settore Educazione al Patrimonio Culturale
Segreteria Dirigente
via San Francesco da Paola 3 - 10123 Torino
tel. 011.4434408
fax 011.4434426

Giovedì 1 e venerdì 2 ottobre: “Lao Kouyate” e “Elisir feat. Walter ...

GIOVEDI 1 OTTOBRE LAO KOUYATE

 

Discendente da una famiglia di musicisti griot del Senegal. Il miglior suonatore di Kora, l'arpa africana.

Kouyate ha avuto la fortuna di crescere in una famiglia di griot e, fedele agli obblighi di questa particolare casta, non ha potuto fare a meno di imparare a suonare la kora, strumento principe della tradizione, esibendosi sin dalla più tenera età nelle occasioni rituali della comunità. Trasferitosi in Europa nel 2000, durante la sua carriera artistica ha partecipato a vari eventi importanti come il Montreux Jazz Festival, esibendosi anche presso l'Accademia Nazionale di Roma. Ha partecipato alla realizzazione di molte registrazioni e collaborato con band italiane quali Maumau, Canto Di Scanto, e con la straordinaria cantante proveniente da Tuva, Sainkho Namtchylak.

 

www.myspace.com/laokouyate

 

VENERDI 2 OTTOBRE  ELISIR feat. WALTER CALLONI

 

Si sono aggiudicati la Targa Tenco 2009 per il Miglior disco d'esordio dell'anno con l'album Pere e Cioccolato. Nascono nel 2002 da un'idea della cantante Paola Donzella, affascinata dall'atmosfera culturale e musicale francese degli anni '30, (in particolare dal jazz-manouche di Django Reinhardt e dal mondo degli chansonnier parigini), e dalla canzone d'autore italiana. A lei si uniscono Paolo Sportelli (piano, clarinetto), Daniele Petrosillo (contrabbasso), Daniele Gregolin (chitarra) e vantano la prestigiosa partecipazione come ospite fisso di Walter Calloni alla batteria (mitico drummer del miglior rock anni Settanta e Ottanta).

 

www.myspace.com/elisirclub

www.elisirclub.com

 

Associazione DIAVOLO ROSSO

PIAZZA S. MARTINO 4• EX CHIESA DI S. MICHELE• ASTI

tel 0141/355699

www.diavolorosso.it   

 

RIPARTONO ALLA TAVERNA DEL FALCO I CONCERTI JAZZ: DI SCENA IL NANDO DE LUCA TRIO CON MALNATI E CERVETTO


VENERDÌ 2 OTTOBRE 2009 ALLA TAVERNA DEL FALCO DI CAMPO LIGURE
RIPARTONO I CONCERTI JAZZ ABBINATI ALLE DEGUSTAZIONI DI CIBO E VINO
DI SCENA IL NANDO DE LUCA TRIO CON MALNATI E CERVETTO

AL VIA LA CAMPAGNA “GUIDATORE FORTUNATO” PER LA SICUREZZA SULLE STRADE

Cucina genuina e prelibata e buona musica jazz suonata dal vivo. Venerdì 2 Ottobre 2009, alle ore 21 circa, alla Taverna del Falco di Campo Ligure (Via Ing. L. Bosco, tel. 010 920264) si riparte con la stagione dei grandi concerti, curati dal direttore artistico Alberto Malnati. Nove appuntamenti da non perdere, suddivisi in tre cicli. Di scena questa sera il Nando de Luca Trio, formato da Nando de Luca al pianoforte, Alberto Malnati al contrabbasso e Rodolfo Cervetto alla batteria. Il locale, diretto dai fratelli Ferruccio e Danilo Galbiati si avvale, per la parte gastronomica, del fondamentale contributo dell’esperto Matteo Pastorino, ferroviere pensionato e cultore della grande cucina italiana e internazionale. Alcune sue ricette sono state pubblicate su “La Cucina Italiana”. I Vini provengono dalla fornitissima cantina di Ferruccio Galbiati. Prenotare conviene, allo 010 920264. Il locale è anche pizzeria e focacceria gestita da Danilo Galbiati. Questa sera, oltre al menu alla carta che resterà sempre a disposizione (e senza nessuna maggiorazione dovuta alla musica dal vivo), in abbinata al concerto ci sarà la degustazione di Filetto di maiale affumicato, Lardo di Arnad e Miele di castagno e Crema di marron glacé. Vino Chianti Classico Docg Agricoltori del Geografico. Durante il concerto, onde consentire agli artisti la necessaria concentrazione e la migliore fruizione dello spettacolo da parte del pubblico, il servizio ai tavoli nella sala jazz club verrà il più possibile limitato alle sole bevande. La Taverna del Falco inoltre, per questa nuova serie di concerti lancia l’iniziativa “Guidatore fortunato”: nelle serate dal vivo, a chi prenota la cena/concerto, per almeno quattro persone, verrà offerta la possibilità di designare un guidatore il quale potrà cenare gratuitamente se si astiene dal consumo di bevande alcoliche dopo le ore 21 e se, sottopostosi volontariamente al test, risulterà con un tasso alcolemico conforme alle vigenti norme di idoneità alla guida.
Come arrivare: prendere l’autostrada A26 Genova-Gravellona, uscire a Masone e procedere da qui in direzione Campo Ligure. Dopo 3-4 km si arriverà al “Mobilificio Oliveri”, subito dopo questo svoltare a sinistra nella stradina che scende giù ripida verso la ferrovia.

NANDO DE LUCA. Profilo
Musicista di fama internazionale, ricercato arrangiatore, dimostra una tecnica pianistica originale e versatile. Valorizza ogni esecuzione con raffinata e sapiente armonizzazione, con un tocco nel contempo delicato e aggressivo, che avvince per la colorita e incessante creatività. Ha avuto l’opportunità di esprimersi, con molte soddisfazioni, in vari settori della musica. Dopo gli studi, compiuti al Conservatorio G. Verdi di Milano, suona con formazioni swing in tutta Europa. Si è dedicato agli arrangiamenti, il suo primo lavoro fu “Azzurro” e ha composto molti brani di musica leggera che sono ormai degli evergreen della musica italiana: “Carezza in un pugno”, “Viola”, “Storia d’Amore” “Straordinariamente”. I suoi interessi si spostarono poi sulla colonna sonora per il grande schermo: ne compose una quindicina tra cui “Romanzo popolare” di Mario Monicelli, “Pasqualino sette bellezze”, e “Fatto di sangue a causa di una vedova”, di Lina Wertmuller. Nelle sue jazz performances ha accompagnato: Joe Venuti, Stephane Grappelli, Toots Thielemans, Astor Piazzolla (con il quale ha registrato una trasmissione per la televisione della Svizzera Italiana), Lee Konitz, Tony Scott, Caterina Valente. Ha accompagnato in diverse tournée Enzo Jannacci, per il quale ha lavorato anche come arrangiatore. Ha accompagnato Mina nei suoi ultimi concerti tenuti alla Bussola, dov’è stato registrato il disco “Mina Live”. Come direttore d’orchestra, ha rappresentato l’Italia a un’importante rassegna in Venezuela, accanto a Frank Pourcel, Burt Bacharach, Leonard Bernstein. Attualmente oltre al jazz si dedica alla composizione classica. Ha pubblicato per la BMG Ricordi un metodo in due volumi, “Il pianoforte moderno”.

ALBERTO MALNATI. Profilo
Ha svolto un’intensa attività di side man al fianco di un gran numero di musicisti ed è uno dei contrabbassisti più solidi ed esperti della sua generazione. Tra le sue collaborazioni ricordiamo: Johannes Faber, Gianni Coscia, Andrea Pozza, Dado Moroni, Sandro Gibellini, Antonio Faraò, Ferdinando Faraò, Bruno Marini, Alessio Menconi, Joe Diorio, Mike Stern, Eric Marienthal, Paul Jeffrey, Jesse Davis, Plas Johnson, Rev. Lee Brown, Kitty Margolis, Shawn Montero, Jerry Brown, Red Holloway, Sangoma Everett, Jimmy Cobb, Bobby Durham, Kenny Barron, Benny Golson, Charlie Mariano, Consuela Lee, Cristina Mazza, Riccardo Zegna, Gianni Basso, Stefano Bagnoli, Nando De Luca, David Boato, Claudio Capurro, Rosario Giuliani, Lisa Pollard, Clive Alive, Linda Wesley, Tom Kirkpatrick, Loomis Green, Zam Johnson. Nel 1999 ha vinto il premio internazionale “Barga Jazz ’99” con l’Ata Trio. Alberto Malnati fa parte della formazione dello chansonnier Giorgio Conte dal 1999. Come band leader ha prodotto il disco “The big Gift” al fianco di Sangoma Everett e Andrea Pozza, guidato il Vajrayana quintet e come co-responsabile il quartetto Be-bop impossible e Ata trio, attualmente dirige il quartetto 4 for trios. Svolge intensa attività didattica presso la scuola “G. Conte” di Pegli dove insegna basso elettrico, contrabbasso, e musica d’insieme jazz.

RODOLFO CERVETTO. Profilo
È sicuramente il batterista più apprezzato dell’aria genovese, la capacità di coniugare grande propulsione ritmica a sensibilità e dinamiche ne fanno uno dei talenti emergenti del panorama nazionale. Queste doti lo hanno portato a collaborare con grandissimi musicisti come Gianni Basso, Gianpaolo Casati, Alberto Tacchini, Andy Grawish, Michael Campagna, Aldo Zunino, Luciano Milanese, Piero Leveratto, Nando de Luca, Ralph Sutton, George Masso, Red Holloway, Benny Golson, Gary Bartz, Paul Jeffrey, Lisa Pollard, Bruce Forman, J.Williams, John Canady, Shawn Monteiro. È membro stabile di molte tra le formazioni più significative del panorama ligure e si sta facendo apprezzare in Francia al fianco dei migliori musicisti dell’area nizzarda e del Midì francese. Da qualche anno è attivo anche nella didattica come insegnante di batteria presso scuole private e assistente esterno presso i conservatori di Cuneo e Alessandria.

INFORMAZIONI
Ferruccio e Danilo Galbiati
Taverna del Falco
Via Ing. L. Bosco - 16013 Campo Ligure (Genova)
Tel. 010 920264

E’ PAFFY DELL’AZIENDA AGRICOLA DI ANDREA CAVANNA DI ROSSIGLIONE LA MUCCA PIÙ BELLA DELLA PROVINCIA DI GENOVA


E’ PAFFY DELL’AZIENDA AGRICOLA DI ANDREA CAVANNA DI ROSSIGLIONE LA MUCCA PIÙ BELLA DELLA PROVINCIA DI GENOVA.
LO HA DECISO LA GIURIA DI ESPERTI ALLA 31^ MOSTRA ZOOTECNICA SVOLTASI ALL’EXPO’ DI ROSSIGLIONE (GE).
AL SECONDO POSTO MOHICANA E AL TERZO JESSICA.
LA MAMMELLA PIÙ BELLA È QUELLA DI MOHICANA.
PRESENTATA L’INIZIATIVA DEI PACCHI CARNE

Una grande folla domenica pomeriggio, presso l’Area Expo’ di Rossiglione (Via Caduti della Libertà 9, tel. 010 924256; Internet: www.consorzioexpovallestura.com) ha atteso che la Giuria di esperti guidata da Daniele Galbardi si esprimesse sulle vincitrici della 31^ Esposizione della Razza Bruna promossa e gestita dall’Associazione Provinciale degli Allevatori - APA presieduta da Marco Rizzo e ben presentata dallo stesso Marco Rizzo, impeccabile nelle vesti del “Carlo Conti delle Mucche”. Ha fatto incetta di premi l’Azienda Agricola di Andrea Cavanna, che con Paffy ha vinto il titolo assoluto fra le Mucche e con Mohicana ha portato a casa il secondo premio e il titolo di migliore Mammella 2009 della 31^ Mostra Provinciale. Al terzo posto Jessica dell’Azienda Agricola di Lorenzo Pesce, un altro allevatore abituato a vincere molto. Numerosi gli altri animali premiati per la felicità degli Allevatori e quella dei tantissimi bambini presenti. L’arrivederci è all’anno prossimo in Val d’Aveto giacché la Mostra si alterna fra Val d’Aveto e Valle Stura. La giornata di domenica è stata arricchita anche dalla presenza di diversi produttori della zona, oltre che dalla cucina tipica delle ormai conosciute e stimate “Contadine”. In particolare, da segnalare la presenza di ben ventuno aziende produttrici di latte della zona (quel latte di primissima qualità utilizzato, tra l’altro, per produrre la Crescenza Picasso, la più richiesta per la Focaccia al Formaggio). E’ stata anche presentata, da alcuni allevatori della zona, l’iniziativa dei “Pacchi Carne”, cioè quella filiera diretta che porta la migliore carne bovina della zona dai produttori direttamente sulla tavola dei consumatori. Sono 24 le realtà unite sotto l’insegna “La carne di Genova”. Dal produttore al consumatore, e senza passaggi intermedi. Perché gli allevatori si occupano, personalmente, di raccogliere le prenotazioni dei cosiddetti “pacchi carne” e li consegnano presso le loro cascine. Come funziona lo spiega Vittorio Olivieri, uno dei soci: «Ogni allevamento, ciclicamente, ha delle bestie pronte da macellare. Per la maggior parte, si tratta di vitelli e di vitelloni. Una volta preparati, questi vengono condotti al Macello Sociale di Masone che, per la parte tecnica, è gestito dall’A.P.A., nella persona di Giampaolo Risso. Qui la bestia, che ha tra i 16 e i 18 anni, viene macellata e fatta frollare. Poi, in base agli stalli e alle prenotazioni raccolte, vengono realizzati i pacchi carne». Questi contengono fettine, bistecche, arrosto, bollito e spezzatino, per un totale di undici euro al chilogrammo. Il pacco ritorna nelle mani del produttore, che si occupa di venderlo ai suoi clienti direttamente nella sua cascina. «Negli anni – prosegue Olivieri – il lavoro è cresciuto grazie al passaparola». Importante, poi, l’apertura del portale web, che viene sempre aggiornato perché sono indicate a calendario, di volta in volta, le varie aziende che si apprestano a macellare. E’ quindi possibile contattare direttamente il produttore per prenotare e successivamente acquistare il pacco carne.

SAPERNE DI PIÙ:
http://www.lattecrudoinliguria.com/cavanna.asp
http://www.lacarnedigenova.com/

AZIENDA AGRICOLA DI ANDREA CAVANNA. Profilo
La nascita dell’azienda Polverile si perde nella notte dei tempi. Andrea Cavanna, il titolare, ne conosce la storia da almeno tre generazioni cioè da quando suo nonno produceva il latte e lo conferiva alla cooperativa di Rossiglione, ma le origini dell’allevamento sono sicuramente più remote. Oggi sono presenti in azienda una trentina di capi esclusivamente di razza Bruna, le cui produzioni di latte crudo sono quasi totalmente impiegate per la vendita diretta al consumatore. Qui gli animali respirano l’aria fresca del passo del Turchino e vengono allevati ancora all’aperto con ritmi di vita tranquilli e cadenzati dalle stagioni. L’alimentazione naturale è preponderante e la qualità del latte ne è uno specchio, conservando tutti gli aromi delle erbe del territorio. La mungitura però da alcuni anni ormai avviene in maniera completamente automatizzata e questo permette di produrre bene rispettando appieno tutti i vincoli sanitari.

INFORMAZIONI:
Azienda agricola Cavanna AndreaVia Valle Gargassa 104 RossiglioneTelefono: 333 4609301

mercoledì 30 settembre invito alla Lezione pubblica di V.Marchis: Autopsia di un aspirapolvere

CITTA' DI TORINO
Divisione Cultura, Comunicazione e Promozione della Città
Settore Educazione al Patrimonio Culturale
via San Francesco da Paola 3 - 10123 Torino
tel. 011.4434408
fax 011.4434426

Presentazione Corsi: Yoga, Qi Gong, Meditazione, Massoterapia

martedì 29 SETTEMBRE 2009
alle ore 20.45

SERATA TAOISTA


di   PRESENTAZIONE  DEI CORSI
 2009 – 20010


al CENTRO IL FIORE DEL TAO
http://www.fioretao.com :

Occorre reinventare la vita
Occorre reinventare il nostro lavoro,
il nostro tempo libero, il senso e il modo
del nostro vivere.


IL CENTRO "IL FIORE DEL TAO"

nasce da questo desiderio, da questa profonda necessità interiore.
"IL FIORE DEL TAO" è la nostra modesta risposta alla guerra, alla malattia,
allo stato di malessere, e al bisogno crescente di vera vita.
Risposta modesta, ma totalmente consapevole .
Per noi è un piccolo inno alla vita:
un sentiero sacro, gioioso,
che vive nella natura e nei luoghi dell'immaginario,
nei luoghi dell'arte e del silenzio.

NEL CENTRO VIENE CONDIVISO ED INSEGNATO:

LO YOGA INDIANO – IL TAO YOGA – IL QI-GONG
LO YOGA DELLA GRAVIDANZA
IL CHI-KUNG DELLA VIA FEMMINILE
IL MASSAGGIO – IL TAI-CHI - IL TANTRA
LA MASSOTERAPIA ANTICA CINESE – LE TECNICHE OSTEOPATICHE

Esso comprende pratiche energetiche, terapeutiche e di meditazione nei
CORSI A FREQUENZA SETTIMANALE
SCUOLE DI FORMAZIONE (diplomi riconosciuti)
SEMINARI DI FINE SETTIMANA
SEMINARI ESTIVI IN TOSCANA
CONFERENZE
SERATE SPECIALI

-----------

per partecipare è necessaria la prenotazione
telefonica (02/29537223) o via mail
(fioretao(at)fioretao.com)
http://www.fioretao.com

CENTRO IL FIORE DEL TAO

 

Milano

Via Felice Casati, 8 (Porta Venezia)

INVITO ALLA FESTA PER I 33 ANNI DI RADIO VALLEBELBO

Martedì 29 settembre sei invitato/a al Pepedoro di Neive (Cn) per festeggiare i 33 anni di Radio Vallebelbo National Sanremo.

Durante la serata potrai ascoltare musica dal vivo, ballare la disco-music 70/80, i successi del momento e il latino-americano.

Per accedere gratuitamente basterà presentarsi con questa mail.

Per ulteriori info 0.141-84.39.08.

Ti aspettiamo!!!!!

 

Gli speakers, i dirigenti e i collaboratori di Radio Vallebelbo

 

DA SABATO 3 OTTOBRE 2009 RIPARTE LA PROGRAMMAZIONE DEL FELLINI NUOVA SALA TUTTA DORATA, APERITIVO CON ANIMAZIONE. SEMPRE DA SABATO 3 OTTOBRE ANCHE LA


FELLINI
Sabato 3 Ottobre 2009 riparte, dopo la pausa estiva, la programmazione della discoteca e ristorante Fellini (Via XII Ottobre 182 rosso, tel. 010 532713; Internet: www.teatrofellini.it). Il locale, gestito da Luca Risso, si presenta rinnovato con una sala tutta dorata, dagli arredi alle tappezzerie. Una novità, insieme all’aperitivo dalle 17 alle 22, che sarà condotto da Riccardo Antonielli (per tutti Ricky di Rapallo), Lele Canepa e Fabrizio Pianetti. Al sabato, confermata la serata over 30 con discoteca su due piani: Gold 70/80/90 con Dj Mario Taff e Commerciale con Nando Galli. Prima, le cover band: dalla Zoom Party Band agli U-Boot 70, passando per Outlandos, May Day e Under The Tower. Possibilità di cenare con la cucina curata dai cuochi Valerio Zanardi e Maurizio Compagno. Altra grossa novità il Venerdì sera (a partire da Venerdì 9 Ottobre 2009): al Fellini, infatti, ci sarà il “Venerdì Pepper”, ovvero una serata particolarmente “piccante” e all’insegna della trasgressione, ma sempre mantenendo una certa leggerezza e «senza scadere nel volgare», come tiene a precisare Luca Risso. Ecco tutti i programmi nel dettaglio.

L’APERITIVO
L’aperitivo lungo, dalle 17 alle 22 circa, sarà a disposizione tutti i giorni. Nel locale gestito da Luca Risso si occuperanno di questa parte, ciascuno con un compito ben preciso, Riccardo Antonielli (per tutti Ricky di Rapallo), Lele Canepa e Fabrizio Pianetti. Quest’ultimo, in veste di vocalist, intratterrà tutti i presenti. «Sarà un aperitivo molto simile alla formula dell’“apericena” - spiega Luca Risso - e quindi con abbondanti stuzzichini. Consumazioni a otto euro alcolica e a sei euro analcolica, cioè con prezzi inalterati rispetto al passato». Il Fellini, inoltre, resterà aperto sempre a pranzo come ristorante, dalle 12 alle 15, con la formula del caffè a 0,50 euro che viene mantenuta inalterata.

IL VENERDÌ
Si parte Venerdì 9 Ottobre 2009 con la serata “Venerdì Pepper”, ovvero uno spettacolo particolarmente piccante e all’insegna di una leggera trasgressione. «Sarà una serata - anticipa Luca Risso - un po’ chic e un po' choc. All’insegna della trasgressione sì, ma senza mai scadere nella volgarità». Ci sarà una vasca di cioccolato nella quale saranno “immerse” bellissime donne, ma, soprattutto, ci sarà una “gabbia” dentro la quale si esibiranno le ballerine. Inoltre, tutte le donne con il tacco superiore ai dieci centimetri e la minigonna riceveranno un simpatico omaggio. All’interno della discoteca ci sarà un “misuratore di tacchi”. La donna con il tacco più vertiginoso potrà brindare con gli amici con una bottiglia di champagne, gentilmente offerta dalla ditta... Sempre all’ingresso, vera chicca di questa serata trasgressiva, ci sarà Januleska, curiosissimo personaggio che già lavora al “Pervert” di Milano. Ogni venerdì sera sarà concepito a tema, con uno spettacolo sempre nuovo e sempre diverso. «Dentro il locale - prosegue Risso - abbiamo introdotto un nuovo sistema di laser, che farà cambiare la luce in pochissimi secondi. Nella sala più bassa, poi, che abbiamo denominato “70 Gold”, tutto è stato reso dorato: dagli arredamenti alle tappezzerie, ed è stato inoltre potenziato l’impianto delle luci». Il target del “Venerdì Pepper” sarà Over 25. Per la serata è stato anche creato un apposito logo: un peperoncino a forma di scarpa, con il tacco a mo’ di forca che ricorda la locandina del film “Il diavolo veste Prada”. Verranno realizzate anche delle magliette. La musica sarà, in prevalenza, house e commerciale, con il dj set formato da Nando Galli e da Mario Taff. Non sono esclusi, di volta in volta, dj ospiti dalle varie discoteche italiane.

IL SABATO
Si parte Sabato 3 Ottobre 2009, con la confermatissima serata Over 30. Possibilità di cenare, a partire dalle 21, con il menu preparato dai cuochi Valerio Zanardi e Maurizio Compagno (che al venerdì, in occasione del “Pepper”, non mancheranno di integrare con ricette particolarmente “esplosive”). «Ci sarà il menu a prezzo fisso e con antipasto a buffet». Prima della discoteca, quindi, musica dal vivo con tante cover band a rotazione: Zoom Party Band (Internet: www.myspace.com/zoompartyband), U-Boot 70 (Internet: www.bonfim.it/u-boot70.html), Outlandos, May Day (Internet: www.maydayband.com) e Under The Tower (Internet: www.underthetower.it), il tutto in stile anni Settanta. La discoteca sarà su due piani: 70/80/90 Gold nella nuova sala dorata con Dj Mario Taff e commerciale e house nella sala ristorante con Dj Nando Galli.

LA DOMENICA
Si parte Domenica 4 Ottobre 2009. Dalle 18,30 in poi, l’aperitivo a buffet. Possibilità di seguire il posticipo serale del Campionato di calcio. Nell’altra sala, musica con dj a partire dalle 21. «Anche la domenica - dice Risso - daremo spazio alle novità, con la “Serata Attitude”, realizzata con la collaborazione di Enrico Santamaria e di Giulia dell’“Hot Vibes”».

IL MARTEDÌ
Si parte Martedì 6 Ottobre 2009. Aperitivo lungo con abbondanti stuzzichini e conduzione di Riccardo Antonielli, Lele Canepa e Fabrizio Pianetti. Poi si proseguirà con una serata gastronomica, con menu che cambierà ogni settimana. Alla consolle, il tradizionale Dj Set del locale.

INFORMAZIONI
Luca Risso - Discoteca Ristorante Fellini
Via XII Ottobre 182 rosso
Tel. 010 532713 Mob. 348 5177777
Internet: www.teatrofellini.it
E-mail: lucarisso@hotmail.it

COVO
Sabato 3 Ottobre 2009, dopo il grande successo della stagione estiva e dopo qualche giorno di pausa, parte con la stagione autunno / inverno la discoteca Covo di Nord Est di Santa Margherita Ligure (Lungomare Rossetti 1, tel. 0185 286558; Internet: www.covodinordest.net). Il prestigioso locale, gestito da Stefano Rosina, si appresta alla sua prima stagione invernale dopo moltissimi anni. Taglio del nastro della serata del Sabato il 3 Ottobre, mentre la kermesse inaugurale del Venerdì (l’altro giorno di apertura settimanale) sarà per il 9 Ottobre. A ogni serata, una tipologia differente di offerta. «Target dai 27/28 anni in su - dice Stefano Rosina - e discoteca con due sale: la Grotta con gli anni Settanta e Ottanta e il Covo con house e commerciale. In consolle, il tradizionale dj set del locale, con Dj Marco Jay, Dj Mimmo Roselli e Dj Marco Faifer». Possibilità di cenare con la cucina preparata dallo chef Stefano Butti. Il Covo di Nord Est, inoltre, è stato ulteriormente abbellito e il gestore ha lavorato sul personale per migliorare la qualità del servizio.

IL VENERDÌ
Inaugurazione Venerdì 9 Ottobre 2009. Sarà la serata più genovese e ligure, realizzata grazie alla collaborazione con tantissimi p.r. attivi a Genova e nella Riviera di Levante. Target dai 27/28 anni in su, ristorante dalle 21 con le delizie di mare e di terra preparate dal pluripremiato chef Stefano Butti. Dalle 23 in poi, quindi, la discoteca vera e propria.

IL SABATO
Inaugurazione Sabato 3 Ottobre 2009. Sarà la serata più fashion, ma anche più “allargata”, visto che verranno coinvolte le organizzazioni di Genova, Milano, Firenze e Montecarlo. «Grazie a una rete di p.r. - dice Stefano Rosina - vogliamo creare al “Covo” una sorta di ritrovo del divertimento da tutto il Nord e Centro Italia e anche dalla costiera francese. Un punto di incontro, un po’ com’era questa discoteca una volta. Inoltre, proseguiremo e rafforzeremo la nostra collaborazione con gli alberghi e le altre realtà turistiche e di intrattenimento presenti sul territorio».

INFORMAZIONI
Covo di Nord Est
Lungomare Rossetti 1
Tel. 0185 286558
Internet: www.covodinordest.net

THUNDERSTRUCK presenta: "WEEK-END LIVE", giovedì 24 e sabato 26 settembre!!!


Week-End Live: giovedì 24 settembre @ ''MEREDITH Pub'' (Carema - TO), sabato 26 settembre @ ''Bar CONCAFFÈ'' (Vercelli - VC)
Live @ ''MEREDITH Pub'', Carema (TO), giovedì 24/09/09 ore 22,30
Live @ ''Bar CONCAFFÈ'', Vercelli (VC), sabato 26/09/09 ore 21,30


------------------


Ospitato da: THUNDERSTRUCK
Quando: giovedì 24 settembre 2009 ore 22,30
Dove: MEREDITH Pub
Via Torino 62
Carema (TO), 10010

Descrizione: Hard Rock Night with THUNDERSTRUCK

Per vedere l'evento clicca qui

------------------


Ospitato da: THUNDERSTRUCK
Quando: sabato 26 settembre 2009 ore 21,30
Dove: Bar CONCAFFÈ
Via Meucci 1
Vercelli (VC), 13100

Descrizione: Hard Rock Night with THUNDERSTRUCK

Per vedere l'evento clicca qui


Sabato 26/09/09 ore 21,30!!! SCOMUNICA live @ FESTA DELLA BIRRA - Landriano (PV)


Live @ ''FESTA DELLA BIRRA'', Landriano (PV), sabato 26/09/09 ore 21,30


Ospitato da: SCOMUNICA
Quando: sabato 26 settembre 2009 ore 21,30
Dove: FESTA DELLA BIRRA
Piazzale dei Mille
Landriano (PV), 27015

Descrizione: Hard Rock Night with SCOMUNICA


Per vedere l'evento clicca qui


RADUNO DI SCUOLE DI BALLO DEDICATO AL LATIN HUSTLE


SABATO 26 SETTEMBRE 2009 A QUARTO IN VIA SCHIAFFINO
RADUNO DI SCUOLE DI BALLO DEDICATO AL LATIN HUSTLE .
ALLA CONSOLE DJ JULIAN

Sabato 26 Settembre 09 in Via Schiaffino 32 a Quarto primo raduno di Latin Hustle al quale parteciperanno le seguenti scuole di ballo : Ballando Ballando , Easy Dance , Karisma Punto Danza ed Estasi Latina e altre ancora. . Alla consolle il DJ Julian con i suoi ritmi latini e caraibici.
Info e prenotazioni: Dj Julian al 3920541 777
www.bianconerolatino.it

IL LATTE DELLE VALLI ROSSIGLIONESI SPOSA LA MIGLIORE CRESCENZA E FINISCE SULLA FAMOSA FOCACCIA AL FORMAGGIO


Il miglior latte delle valli rossiglionesi, una crescenza leggerissima prodotta in esclusiva da un’azienda ligure e l’estro di grandi artigiani dell’impasto. Sono questi i tre passaggi fondamentali, nella straordinaria filiera della qualità che, unendo l’entroterra e la riviera della Liguria, porta alla realizzazione della vera Focaccia al Formaggio. Un sogno che diventa realtà: unire le migliori eccellenze della regione per arrivare a un prodotto di livello assoluto. Su questa direttrice si è mosso Antonio Picasso, titolare dell’azienda Picasso Distribuzioni & C. di Avegno (Via Arbora 39, tel. 0185 781005), ovvero uno dei più importanti produttori e distributori di formaggio in Liguria. È ormai in dirittura d’arrivo, infatti, un accordo tra Picasso e la Cooperativa Allevatori e Caseificatori Riuniti Parco Monte Beigua. Obiettivo, quello di poter utilizzare il miglior latte di questa zona (considerato il “non plus ultra”, perché gli allevamenti sono inseriti all’interno di un parco naturale protetto) per fabbricare l’esclusiva Crescenza Picasso. In due parole, quando il meglio incontra il meglio. «Acquistando il latte degli allevatori della vallata - spiega Antonio Picasso - posso arrivare a produrre diversi tipi di formaggi, ma soprattutto uno in particolare». Ovvero, quello destinato alla famosissima (e apprezzatissima) Focaccia. «Di crescenze ce ne sono parecchie - prosegue Picasso - ma proprio grazie a questo latte di primissima qualità e assolutamente naturale, quella prodotta dal nostro caseificio risulta essere particolarmente gradita, dai focacciai della zona tra Sori, Recco, Avegno e Camogli». È già nato lo slogan “il vostro latte, la nostra focaccia”: praticamente un matrimonio all’insegna del buon gusto. Picasso illustra i segreti della sua crescenza: «La produciamo in questo modo a partire dal dopoguerra, ma adesso il latte di Rossiglione ci ha permesso di fare l’ulteriore salto di qualità. È una crescenza un po’ “trasformata”, rispetto a quella tradizionale, nel senso che viene prodotta utilizzando fermenti lievemente diversi, che la rendono ancora più leggera e digeribile, una volta cotta al forno». Il formaggio (che a breve avrà un suo nome preciso) è stato inventato dalla Scuola di Specializzazione in Tecnologia Lattiero-Casearia di Lodi, con la collaborazione dell’Azienda Agricola Caironi (Internet: www.caseificiocaironi.com). «Ho molto a cuore questo progetto - racconta Picasso - perché la vera Focaccia al Formaggio rappresenta un tesoro per l’economia ligure e va assolutamente preservata. È in fase di definizione, tra l’altro, il processo che porterà alla qualifica di I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta) per la Focaccia del Golfo Paradiso (Recco come capofila, ma anche Avegno, Sori e Camogli). La pratica, già passata attraverso la Regione Liguria e gli uffici ministeriali di Roma, è giunta all’ultimo gradino: quello di Bruxelles, sede dell’Unione Europea». Ma il percorso virtuoso non si ferma qui. La conservazione della Focaccia al Formaggio passa anche attraverso il grande successo ottenuto a “Cheese”, la più grande rassegna europea del formaggio di qualità (che si tiene ogni anno a Brà, in provincia di Cuneo; Internet: cheese.slowfood.it) e attraverso un ambizioso progetto futuro: «Sarebbe bello se ogni ristorante che produce la vera Focaccia al Formaggio “adottasse” il suo allevamento per rifornirsi di latte. Lo vedrei come un ulteriore passo verso la definizione di questo percorso di qualità». Un percorso che, al momento, è quindi uno “work in progress”. All’interno del quale un ruolo centrale è ricoperto dai “focacciai”. Passa per le loro mani, infatti, quel prodotto pregiato che, opportunamente lavorato, porta alla Focaccia. E se, in vallata, esiste il consorzio del latte, la riviera “risponde” con il Consorzio Focaccia col Formaggio di Recco (Internet: www.focacciadirecco.it). Al suo interno, lo storico “capo focacciaio” Giulio Cassinelli ha creato generazioni e generazioni di talentuosi artigiani. Perché il segreto della Focaccia rimanesse sempre inalterato nel tempo e, soprattutto, sempre prerogativa della Liguria. Tra i “discepoli”, tutti utilizzatori della crescenza di Picasso, c’è anche Matteo Tomellini. Focacciaio “itinerante”, come ama definirsi, e cuoco di professione in diversi ristoranti della Riviera di Levante. «Sono “itinerante” - racconta Tomellini - nel senso che mi muovo per tutto il Nord Italia con il mio stand. Lo faccio un po’ perché amo viaggiare, ma anche perché voglio far conoscere al di fuori delle zone di competenza com’è fatta la vera Focaccia al Formaggio». Tomellini viaggia tra sagre, eventi di vario genere e rassegne dedicate ai cibi di qualità, con il suo marchio “Sapori di Sori”. Con lui ci sono l’altro focacciaio provetto Fabio Maggi e la collaboratrice Carla Biasco. Per produrre la vera Focaccia al Formaggio esiste un prontuario ufficiale. Al quale Tomellini, ovviamente, si attiene con rigore, salvo qualche rarissima “variazione sul tema” che proviene... dai consigli della nonna. «Anzitutto - racconta - la prima regola è assolutamente personale: bisogna fare tutto con amore. Poi, iniziano i dettami fissi: olio extravergine di oliva ligure e Crescenza di Picasso, la più fresca e senza nessun tipo di conservante. Sulla teglia, per non far attaccare la sfoglia, stendo olio, un pizzico di sale e qualche grano di farina di polenta, come faceva mia nonna». Le sfoglie sono due: la base leggermente più spessa e la parte superiore sottilissima. Entrambe sono impasto non lievitato e vengono stese a mano, con movimenti circolari, in modo che tutta la superficie sia omogenea. Una volta stesa la parte superiore, la si perfora leggermente in alcune parti, quindi si inforna alla temperatura di 320/330 gradi. Anche il metodo di cottura varia: «Forno a legna oppure elettrico. Mai a gas, perché il gusto della Focaccia ne risentirebbe. A legna, per la verità, è diventata una cottura rara: perché la Focaccia al Formaggio deve cuocere sulla brace, non vicina al fuoco. E deve stare sollevata di circa sette centimetri, rispetto alla base del forno. La maggioranza, quindi, opta per il forno elettrico, che consente la cottura più omogenea e precisa». Trentatrè anni, Tomellini è anche cuoco. Ha iniziato la professione quindici anni fa: ha lavorato alla “Baita” a Nervi, da “Edobar” a Sori, al “Boschetto” di Sori. «Ora, partecipo a delle serate gastronomiche con menu a tema. Adoro la mia professione, ma se non diventa ripetitiva e mi permette di inventare e di spostarmi. Non mi ci vedo ancora nella stessa cucina per tutta la vita...».

INFORMAZIONI
Azienda Picasso Distribuzioni & C.
Avegno - Via Arbora 39
Tel. 0185 781005

Sapori di Sori di Matteo Tomellini
E-mail: matteo.tomellini@libero.it

IL RITORNO DEL DIAVOLO ROSSO - 25 settembre / 4 ottobre 2009

Mostra al Circolo degli Artisti ad Albissola Marina

www.circoloartistialbisola.it

circoloartistialbisola(at)fastwebnet.it

 

Abbiamo il piacere di trasmettere l'invito per la personale di Claudio Manfredi.

Chi può partecipare è atteso con gioia.

Con i migliori saluti.

Antonio Licheri

La Lanterna Magica torna in piazza ... a Torino

www.museocinema.it

 

CITTA' DI TORINO
Divisione Cultura, Comunicazione e Promozione della Città
Settore Educazione al Patrimonio Culturale
Segreteria Dirigente
via San Francesco da Paola 3 - 10123 Torino
tel. 011.4434408
fax 011.4434426

Concerto Cantina Sociale 25 Sett 09 Caffe Basaglia Via Mantova 34 - Torino - ore 22

Concerto Cantina Sociale 25 Sett 09 Caffe Basaglia  Via Mantova 34  - Torino - ore 22

 

DOC ART

Iano Nicolò

V. Parone, 3 14055 Costigliole d'Asti

E-Mail ianoianoiano(at)yahoo.it   docart(at)alice.it

PULIAMO IL MONDO!

Il Circolo "Il Barcè" Legambiente Pavia e
l'Associazione Amici dei Boschi
vi invitano all'iniziativa
Puliamo il Mondo
domenica 27 settembre dalle ore 15:00
a Pavia in zona Ticinello nei dintorni del CUS.

L'area di Ticinello è stata scelta perché inserita in un progetto di educazione ambientale rivolto alle scuole materne, promosso dall'Associazione Amici dei Boschi, dal Comune di Pavia e dalla Fondazione Cariplo. Grazie al percorso didattico "A scuola nel Bosco" alcuni bambini della scuola comunale "Castiglioni" frequentano ogni settimana la sponda sinistra del fiume Ticino, dove hanno occasione di esplorare un ecosistema naturale e imparare ad averne cura e rispetto.
Nel corso del pomeriggio verranno proposte azioni dedicate alla pulizia di un'area verde pubblica, laboratori creativi per bambini, una merenda e un momento di festa.

Anche a Pavia potrete quindi trovare questa manifestazione nazionale di Legambiente: un'iniziativa di cura e pulizia degli spazi verdi per liberare dai rifiuti e dall'incuria parchi, giardini, strade, piazze, fiumi e spiagge. Puliamo il Mondo è l'edizione italiana di Clean Up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo.
Puliamo il Mondo è un'azione simbolica ma estremamente concreta, con l'obiettivo di recuperare numerosi luoghi al degrado e, allo stesso tempo, di promuovere il corretto smaltimento dei rifiuti e l'attenzione al territorio.

PER INFO
assamiciboschi(chiocciola)libero.it
Tel. 0382.303793
Mobile 349.6237418

------

Progetto Cambiamo
www.cambiamo.org


SAPOR DI FUNGHI E TARTUFI, 4 e 18 Ottobre 2009, Passeggiata didattica di ricerca e raccolta con pranzo a tema ed istruzioni di cucina


Quante volte, gustando un profumato piatto di funghi o tartufi, avete immaginato le atmosfere magiche e brumose della raccolta, ammirato la sapienza del cercatore e del suo cane, fantasticato sugli arcani naturali che tanta delizia producono….
Questi e mille altre segreti saranno rivelati DOMENICA 4 e 18 OTTOBRE 2009 con “Sapor di funghi e tartufi”, evento organizzato dall’Associazione Calyx sulle colline di RIVANAZZANO TERME nel cuore dell’Oltrepò Pavese, terra d’elezione per funghi e tartufi.
Durante una piacevole passeggiata nei boschi collinari, due guide naturalistiche mostreranno, con una lezione sul campo, come trovare e raccogliere nel pieno rispetto della natura questi preziosi frutti dell’autunno.
Dopo tanto impegno, anche le papille gustative vorranno la loro parte… ed allora ci si dovrà “arrendere” ad un gustoso pranzo tutto a base di funghi presso l’Agriturismo IL BELVEDERE di Nazzano.
Al termine, una breve lezione di cucina della cuoca Patrizia rivelerà tutti i segreti delle ricette presentate.
Il ritrovo per l’inizio delle attività è previsto per le ore 10.00 a Rivanazzano Terme, in Piazza Cornaggia, lato municipio. Il trasferimento all’area della passeggiata avverrà sotto guida degli organizzatori, ma con auto proprie. Si raccomanda la puntualità ed un abbigliamento adeguato ad un escursione campestre. Il percorso della passeggiata è su sterrato non carrabile senza particolari difficoltà. Le attività si concluderanno verso le ore 16.30.
La partecipazione è soggetta al pagamento di un contributo di 45 € a persona. Per i bambini sotto i 12 anni sono previste riduzioni in base all’ età.
La partecipazione è soggetta a prenotazione possibilmente entro il 29 Settembre 2009.
La manifestazione verrà rinviata solo in caso di forte maltempo.
INFO E PRENOTAZIONI:
Calyx Associazione Ricreativa Culturale
www.calyxturismo.blogspot.com
E-mail: calyx_pv@alice.it
Tel. 349-5567762 / 347-5894890

DAL 25 SETTEMBRE 2009 RITORNA INVITO A CENA CON DELITTO, LE SERATE PER DETECTIVES BUONGUSTAI


Fusione di gusti e culture. Sarà questo il tema dominante della terza edizione di Invito a Cena con Delitto, la rassegna culinaria che ogni autunno si propone di far conoscere in maniera coinvolgente e divertente l’enogastronomia tradizionale dell’Oltrepò Pavese.
Per tre venerdì (25 settembre, 23 Ottobre e 20 Novembre 2009) tutti i buongustai con la stoffa del detective potranno cimentarsi nella soluzione di un intricato caso investigativo, allietati da una cena in cui piatti e prodotti tipici pavesi si mescoleranno a quelli piacentini e tortonesi in un continuum tipico di questo lembo di Lombardia stretto tra Emilia e Piemonte. Ad ogni serata sarà inoltre associata una presentazione da parte delle aziende produttrici dei vini e dei salumi in degustazione durante la cena.
Il tema enogastronomico delle varie serate verrà ripreso nella trama, ogni volta diversa, di un giallo messo in scena da una compagnia di attori specializzati nell’improvvisazione e nell’animazione comica, assicurando così l’atmosfera cabarettistica dello spettacolo. Il pubblico, diviso in tavoli-squadre, dovrà dipanare la matassa degli indizi che verranno messi a sua disposizione durante la serata o che potrà procurarsi direttamente interrogando i sospetti, per individuare il vero colpevole e guadagnarsi così un premio costituito da prodotti tipici e pubblicazioni sul territorio.
Le serate, si svolgeranno rispettivamente a Casalnoceto, Rivanazzano e Santa Giuletta e verranno ospitate da tre ristoranti famosi per ambientazione e qualità della cucina. L’inizio delle serate è previsto per le ore 20:45.

E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE e per essere certi di trovare ancora posti disponibili è consigliabile contattare gli organizzatori almeno una decina di giorni prima delle date degli eventi.
Le prenotazioni o le richieste di informazioni possono essere effettuate contattando l’Associazione Ricreativa Culturale Calyx di Salice Terme, ideatrice ed organizzatrice della rassegna, ai seguenti recapiti:
E-mail: calyx_pv@alice.it
URL: http://www.calyxturismo.blogspot.com
Tel.: 347-5894890 oppure 339-2044540

Ecco alcune informazioni più dettagliate sul contenuto dei singoli eventi:
25 SETTEMBRE, RISTORANTE CASCINA CABELLA, CASALNOCETO, A 5 MINUTI DA SALICE TERME (PV)
Delitti ed alta finanza dove Tortona incontra l'Oltrepò

Il Menù:
Crescentine con salumi del Salamificio Artigianale Corte Brignano di Brignano Frascata, aderente al consorzio di tutela del Salame Nobile del Giarolo
Peperoni con acciughe alla piemontese
Zuppa alla Pavese
Medaglioni all’aceto balsamico tortonese
Torta al cioccolato
Frutta dell’Azienda Agricola Cabella
Caffè e liquori
La cena sarà accompagnata da una degustazione di vini dell’Azienda Agricola Ca del Gè di Montalto Pavese patria oltrepadana del Riesling. Con oltre 100 medaglie d'oro conquistate in concorsi enologici nazionali, Ca del Gè rappresenta una delle realtà produttive qualitativamente più elevate dell’Oltrepò Pavese.
Il giallo su cui si dovrà indagare durante la serata è ambientato nel mondo senza scrupoli della finanza internazionale.

23 OTTOBRE , RISTORANTE LA PIRAMIDE CELESTE, RIVANAZZANO (PV)
Buttafuoco e cacciagione per un delitto ad Halloween

Il Menù:
Tagliere di salumi del Salamificio Artigianale Andrea Fittabile di Fabbrica Curone aderente al consorzio di tutela del Salame Nobile del Giarolo
Tagliatelle con sugo di lepre
Lepre in salmì con polenta
Dessert
La cena sarà accompagnata da una degustazione di Buttafuoco Storico,leggendario e pregiatissimo vino rosso, prodotto da vitigni autoctoni esclusivamente in una ristretta zona di coltivazione sul crinale tra la Valle Versa e la Valle Scuropasso, già citata in epoche precristiane dallo storico Strabone per la qualità dei suoi vini. La degustazione sarà presentata ed assistita dai produttori del Club del Buttafuoco Storico
Il giallo è ambientato all’interno di una strana comunità di meditazione nella misteriosa notte di Ognissanti.

20 NOVEMBRE, AGRITURISMO CORTE MONTINI, SANTA GIULETTA (PV)
Un assassino "nel pallone" dove Piacenza incontra l'Oltrepò

Il Menù:

Salame, coppa e pancetta
Carciofini all'olio extra-vergine di oliva
Paté di vitello alle olive su pane alle erbe
Insalatina di pollo con salsa al cren e acini d'uva


Tortino di ricotta e rucola con crema di verdure
Risotto allo spumante con salsiccia e cannellini Ravioloni ripieni di patate e funghi al burro fuso

Girello di manzo al sale con demi-glace al marsala riserva Patate al rosmarino

Bavarese alla pera e cioccolato con degustazione di Moscato

Caffè e grappa

I vini, gli spumanti ed i salumi in degustazione durante la cena sono tutti di produzione Montini, azienda che vanta ormai 200 anni di storia e opera secondo i criteri dell’agricoltura biologica.


Il giallo su cui si dovrà indagare è ambientato nel mondo dorato e dissoluto del calcio di serie A.

L'11 OTTOBRE SCOPRIAMO IL BUTTAFUOCO STORICO IN UNA PASSEGGIATA PANORAMICA CON BRUNCH


Per simbolo un veliero su un mare in burrasca, per nome quasi un colpo di cannone ….. è Buttafuoco ed in più è “Storico”.
Di storie in effetti questo leggendario vino dello sperone di Stradella ne ha da raccontare: Le sue vigne, appollaiate davanti ad un panorama mozzafiato sul crinale tra la Valle Versa e Scuropasso, hanno accolto liguri, romani, cartaginesi, hanno assistito a lotte tra potenti feudatari, al passaggio dei pellegrini romei. Hanno convertito alla pace agguerriti eserciti prussiani , hanno perfino consolato una regina ingiustamente ripudiata. Molti probabilmente hanno ritrovato nel calore di questo vino millenario la forza di affrontare le tempeste della vita.
Per ammirare i luoghi e conoscere gli eventi che hanno dato origine ad un prodotto così unico, l’Associazione Culturale Calyx, propone per la mattinata di domenica 11 ottobre 2009 una passeggiata con relazione storico-enologica su percorso panoramico nella zona di produzione esclusiva di questo pregiato vino. Al termine della passeggiata, che avrà una durata di circa due ore, sarà possibile partecipare ad una degustazione di Buttafuoco Storico accompagnata da un esclusivo brunch a base di prodotti tipici presso i locali dell’enoteca del Club del Buttafuoco Storico, ricavati con un attento restauro dalle vestigia del seicentesco castello di Vigalone.
Il ritrovo dei partecipanti con gli organizzatori è previsto per le ore 10.00 nel parcheggio dell’enoteca a Canneto Pavese in via Vigalone 106/A. Ci si sposterà poi in gruppo con auto propria per raggiungere il punto d’inizio della passeggiata vera e propria.
Il percorso si svolgerà in collina e su fondo sterrato. Si raccomanda pertanto un abbigliamento adeguato costituito da scarponi o scarpe adatte all’escursionismo, K-Way o giacca impermeabile antivento.
La quota di partecipazione a persona, inclusa iscrizione e brunch con degustazione è di 18 Euro a persona.

E’ richiesta la prenotazione possibilmente entro giovedì 8 ottobre

Per informazioni e prenotazioni contattare :
CALYX, Associazione Ricreativa Culturale – Salice Terme (PV)
E-mail: calyx_pv@alice.it
Tel. 347-5894890 (Mirella) oppure 339-2044540 (Graziana)
URL: http://www.calyxturismo.blogspot.com

L’IDEA DEL CAVOLO DI MARGHERITA LEVO ROSENBERG


MARGHERITA LEVO ROSENBERG L’IDEA DEL CAVOLO
ARTREGALLERY BRUNA SOLINAS ARTE CONTEMPORANEA, GENOVA
VERNISSAGE: GIOVEDI’ 1 OTTOBRE 09 – ORE 18.00

Invitata dall’architetto Bruna Solinas ad inaugurare la quinta edizione di START, apertura collegiale di 27 gallerie genovesi, dalle ore 18 alla mezzanotte di Giovedì 1° Ottobre 2009, Margherita Levo Rosenberg presenta la mostra personale L’Idea del Cavolo. Inequivocabilmente autoironico, il titolo della mostra si annuncia come una provocazione che l’artista non manca di rivolgere a se stessa. L’evento espositivo, rinvia, infatti, immediatamente ad una riflessione, ad una sorta di specchio reale/virtuale, in cui l’artista, come autrice di forme, colori, immagini, disegni mentali, domande, scopre, nel riflesso dell’opera, nella galleria di specchi in divenire, cui la sequenza dei suoi lavori non cessa di dare consistenza e apparenza, la propria estraneità, il proprio altrove. Attraverso una catena di oggetti dell’immaginario, si visualizza il processo di mise en abyme del soggetto che crea, processo reso esemplarmente percepibile dalla duplice installazione, linguisticamente a chiasmo, Il pozzo del pensiero/Il pensiero del pozzo, intorno a cui ruota l’allestimento site specific dello spazio al piano interrato.
La mostra
In sintonia con la struttura architettonica dello spazio, articolato in una sala situata sul piano strada e l’altra nel sottosuolo, la mostra riflette emblematicamente due piani di senso, mettendo in relazione superficie e profondità, razionalità ed emozione, pensiero della presenza e pensiero dell’assenza. Al piano superiore vengono esposte opere di carattere concettuale come i Quadri Quadrati a Quadretti e i Quadri Rettangolari a Quadretti, mentre, nella sorta di cripta sottostante, prendono posto le installazioni di pellicole radiografiche trasparenti, dalla classica dominante azzurro-viola. Materiali questi che riconducono al contesto della scienza medica, in cui l’artista si è formata, e quindi all’onnipresente traccia del corpo, in cui l’organismo, perdendo la sua coerenza, tende ad affiorare nel particolare anatomico, acquisendo, in sottotraccia, un’identità di frammento. È leggibile, in parallelo, la sua formazione umanistica, incline all’analisi del pensiero, del linguaggio, dell’immaginario, dei dispositivi di percezione. Ed è proprio sul piano del rapporto delle coppie di termini parola-immagine, Vorstellung-Darstellung, Rappresentazione-Presentazione, Nome-Cosa, Significante-Significato, che occorre avviare una riflessione, voltandosi temporaneamente indietro. Questa mostra infatti vuole configurarsi come un punto nodale del lavoro di Levo Rosenberg, che, dopo il ciclo di opere su Magritte (Il re nudo, Se Magritte ed io… Se Magritte e Duchamp ed io…Self translation, Se Magritte e Kosuth ed io…, Ceci n’est pas une demi pipe, Ceci aussi n’est pas une demi pipe, Se Magritte ed io…, Se Magritte e Warhol ed io…, L’anima della pipa), facente capo a una mostra del 2004 ed in particolare ai testi Naming - Riflessione su arte e comunicazione del teorico della traduzione Laura Salmon e Mondi Possibili del filosofo Oscar Meo, vive una sorta di crisi epistemologica davanti all’intercambiabilità dei segni su cui opera. Il momento successivo a tale mostra è appunto quello da cui scaturisce, non senza un’autocritica delle proprie certezze, La pittura del cavolo. Il reale o presunto momento critico si risolve nella messa in opera, da parte dell’artista, nel ciclo dei Coni o delle cosiddette Conazioni, della correlazione simbolica dei termini natura-cultura, idea-oggetto, stato cognitivo-stato emotivo, funzione-intenzione, segno-significato, cui la presente mostra concede particolare evidenza e senso. L’integrazione, la sintesi, la compossibilità di realtà attive su piani diversi, diventa l’obiettivo della sua ricerca. I suoi coni grandi, come il Pensiero d’assenza, agglomerato di riccioli di pellicole, o piccoli, come Gli Avanzi Conniventi, corredati da dépliant di Kaprow e Luzzati, o come Cavoli Acidi, non cessano di rimandare
ARTRE’ GALLERY Piazza delle Vigne 28r – Tel. 010.2514448 artregallery@libero.it Margherita Levo 31/10 20 ARTRE’ GALLERY Piazza delle Vigne 28r – Tel. 010.2514448 artregallery@libero.it Margherita Levo Rosenberg “Idea del cavolo” dal 1/10 al 31/10 2009 Orari: da martedì a sabato 15:30 - 19:3009 Orari: da martedì a sabato 15:30 - 19:30

ALL'EXPO' DI ROSSIGLIONE LA 31^ MOSTRA PROVINCIALE DELLA RAZZA BRUNA


SABATO 26 E DOMENICA 27 SETTEMBRE ALL’EXPO DI ROSSIGLIONE
L’EDIZIONE 2009 DELLA MOSTRA PROVINCIALE DELLA RAZZA BRUNA
ESPOSIZIONE, PREMIAZIONE E DEGUSTAZIONE DI PRODOTTI TIPICI. NOVE LE AZIENDE AGRICOLE IN LIZZA CON CENTO MUCCHE CONCORRENTI.

Sabato 26 e Domenica 27 Settembre 2009 a Rossiglione, presso la sede del Consorzio Expo Valle Stura (Via Caduti della Libertà, Rossiglione, tel. 010 924256; Internet: http://www.consorzioexpovallestura.com/), si terrà la 31ª edizione della Mostra Provinciale della Razza Bruna, manifestazione promossa come ogni anno dall’A.P.A. (Associazione Provinciale Allevatori) di Genova presieduta da Marco Parodi. Il ricco programma prenderà il via alle ore 9 del Sabato per concludersi la sera successiva. «Alla manifestazione - spiega Marco Rizzo, controllore zootecnico dell’A.P.A. - parteciperanno circa cento soggetti di razza bruna provenienti da allevamenti dei comuni di Campo Ligure, Genova, Masone, Montoggio, Rossiglione e Tiglieto. Nove le aziende agricole in lizza: Azienda Agricola Curella di Rossiglione; Canonero Marco di Fiorino (Genova); Cavanna Andrea di Polverile (Rossiglione); Guidetti Giancarlo di Fasciou (Montoggio); Macciò Francesca di Piani (Masone); Oliveri Rita di Mongrosso (Campo Ligure); Pesce Lorenzo di Battura (Rossiglione); Piana Stefano di Isolagiugno (Campo Ligure); Ponte Andreina di Lavagè (Rossiglione)». I soggetti presenti verranno fatti sfilare nel ring preparato allo scopo e, suddivisi in categorie in base all’età, saranno giudicati da un esperto di razza che stilerà una classifica, con relativo commento per motivare le sue scelte. Le campionesse di ogni categoria si sfideranno per aggiudicarsi i seguenti titoli: Campionessa vacche; Campionessa di riserva vacche; Miglior mammella; Campionessa manze e giovenche; Campionessa di riserva manze e giovenche; Miglior allevatore espositore; Miglior soggetto per genetica; Miglior soggetto per produzione latte; Trofeo “Valli del latte” (miglior gruppo di bovine per azienda). «In concomitanza con la mostra provinciale - prosegue Rizzo - si svolgerà un’esposizione denominata “Genova Alleva”, dove saranno esposti soggetti delle razze bovine, equine ed ovi-caprine allevate in provincia di Genova. Domenica pomeriggio, poi, queste razze verranno illustrate al pubblico da due esperti: Marcello Maimone per la razza bovina e Piermattia Morchio per la razza ovi-caprina ed equina». La manifestazione si svolge grazie al contributo e al patrocinio dei seguenti enti: Regione Liguria; Provincia di Genova; Camera di Commercio di Genova; Gal Appennino Genovese; Comunità Montana Valli Stura, Orba e Leira; Comune di Rossiglione; Comune di Campo Ligure; Comune di Masone; Comune di Tiglieto; Consorzio Tutela e Miglioramento Agroforestale di Rossiglione. «Lo scopo - commenta Rizzo - è quello di far vedere il lavoro fatto in questi anni a livello di selezione della specie. Gli esperti, poi, indicheranno agli allevatori quali tori utilizzare per ottenere una razza sempre migliore». L’edizione di quest’anno, come sempre a ingresso gratuito, si svolgerà in due giornate e, grazie alla collaborazione con il Consorzio Expo Valle Stura, in concomitanza saranno presenti stand di espositori del settore agricolo che daranno vita alla seconda edizione dell’Expò Agro-Alimentare della Valle Stura, che proporrà i prodotti delle migliori aziende agricole della valle. La parte relativa alla ristorazione sarà curata, come sempre, dal gruppo ormai collaudato e apprezzato delle “Contadine”. Sarà presente anche uno stand de “Il Focacciaio” promosso dall’Azienda Commerciale Picasso di Avegno (Picaso Distribuzioni Sas ; tel 0185781005), che fornirà la Focaccia al Formaggio prodotta da due autentici Maestri quali sono Matteo Tomellini e Fabio Maggi, assistiti da Carla Biasco (FOTO) . Non mancheranno stands di tecnologia energetica applicata alle stalle come quelli relativi alle energie alternative perche’ la stalla ha bisogno di molta acqua calda. Inoltre, fra le iniziative collaterali ci sarà “Nella Vecchia Fattoria”: un’occasione imperdibile per vedere da vicino gli animali da cortile. E per i bambini, poi, il Battesimo delle Sella e il giro in calesse. Durante la manifestazione Sottoscrizione a Premi con prodotti delle aziende locali. Saranno numerose le autorità che parteciperanno alla kermesse. Sono attesi: Giancarlo Cassini, Assessore Agricoltura Regione Liguria; Marina Dondero, Vice Presidente Provincia di Genova; Ivano Moscamora, Presidente CIA Regionale; Germano Gadina, Presidente Coldiretti Genova; Paolo Ottonello, Presidente Comunità Montana Valle Stura; Marco Parodi, Presidente A.P.A. Genova e Presidente ARA Liguria; Adriano Tuo, Direttore ARA Liguria; Domenico Guida, Presidente Expo Valle Stura; Cristino Martini, Sindaco di Rossiglione; Agostino Barisione, Presidente Consiglio Provinciale; Lorenzo Sugo, Presidente Uncem; Paolo Odone, Presidente CCIAA Genova; Marisa Bacigalupo, Presidente GAL. La manifestazione si svolge ad anni alterni in Valle Stura (Rossiglione) e in Val d’Aveto (Santo Stefano d’Aveto), con lo scopo principale di esporre i migliori soggetti di Razza Bruna, frutto del lavoro di selezione svolto dall’A.P.A. (Associazione Provinciale Allevatori) di Genova.

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO
SABATO. Ore 8: Arrivo Animali; Ore 14: Valutazione manze e giovenche; Ore 17: Proclamazione Campionessa manze e giovenche; Ore 19,30: Apertura ristorante a cura de “Le Contadine”; Ore 21: Serata dell’allevatore, musica e balli con la band Francesco Zino.
DOMENICA. Ore 10: Valutazione vacche in asciutta e vacche in latte; Ore 10,30: Laboratorio Caseario “Dalla mungitura al formaggio”; Ore 13: Apertura ristorante a cura de “Le Contadine”; Ore 14,30: Trofeo “Le Valli del latte”; Ore 15: Proclamazione Miglior mammella e Campionessa vacche; Ore 16: Presentazione razze bovine, equine ed ovi-caprine allevate in Provincia di Genova; Ore 17: Premiazione; Ore 18: Chiusura manifestazione e partenza animali.

L’A.P.A. DI GENOVA
L’A.P.A. di Genova è un’Associazione di Allevatori fondata nel 1972 con sede a Genova in salita San Leonardo 18/2, nata allo scopo di valorizzare il patrimonio zootecnico delle aziende iscritte ai libri genealogici delle razze bovine, equine ed ovi-caprine della provincia di Genova attraverso l’attività di selezione e di assistenza tecnica. La grave difficoltà che stanno attraversando i produttori di latte ha indotto l’A.P.A. ad occuparsi anche di servizi nel settore commerciale, che per il momento si rivolgono all’assistenza alla lavorazione dei prodotti per la vendita diretta. Un esempio efficace, in questo senso, è l’iniziativa dell’acquisto diretto della carne con l’apertura di un nuovo servizio macellazione e confezionamento pacchi carne a Masone. Per quanto riguarda il latte, l’A.P.A. sta lavorando anche per dare una consulenza alle aziende sia per quanto riguarda i minicaseifici e per la vendita diretta del latte crudo attraverso i distributori automatici (21 distributori presenti in provincia di Genova). Siti Internet: http://www.lattecrudoinliguria.com/; http://www.lacarnedigenova.com/.

L’ORCHESTRA FRANCESCO ZINO
Francesco Zino, autore, compositore ed esecutore di numerosi brani in dialetto ligure, oltre a dirigere l’Orchestra spettacolo che porta il suo nome, è il solista della Compagnia Musicale Ligure. Band unica nel suo genere in Liguria, la Compagnia Musicale Ligure propone un piacevole e divertente viaggio nel panorama della tradizione dialettale ligure. I brani proposti spaziano dalle famose ballate come “Fela balla”, “Tralallero”, “Trilli trilli”, alle melodie più malinconiche come “Ma se ghe pensu”, “Coelia”, “Picun daghe cianin”, fino ad arrivare ad alcune delle più note canzoni della musica leggera italiana tradotte in dialetto ligure. Zino in questo viaggio è attorniato da ottimi musicisti: fisarmonica, basso, chitarre, batteria e tastiere e presenta inoltre alcune proprie composizioni sempre ispirate alle tradizioni e alla cultura della nostra regione, come “Na casetta piccinn-a”, “Discian che in Liguria”, “E nostre donne” e altre ancora. Lo spettacolo di canzoni proposte viene intercalato da simpatici aneddoti e racconti inerenti ai temi e da scherzose e spiritose battute che lo rendono scorrevole e divertente, idoneo a qualsiasi contesto, sia esso teatro o piazza. La Compagnia Musicale Ligure è molto apprezzata dai cultori del dialetto, ma anche dal turista di passaggio che viene a contatto con una realtà antica, ma sempre attuale, che la compagnia intende con tutto il suo impegno non far scomparire.

INFORMAZIONI:
Marco Rizzo Tel. 010 9236020

AL RISTORANTE L’ISOLA DEL SOLE SERATA “INDOVINA CHI BALLA A CENA?” CON BALLERINI HIP HOP TROOPERS FLOOR


SABATO 26 SETTEMBRE 2009 AL RISTORANTE L’ISOLA DEL SOLE DI ALBENGA SERATA “INDOVINA CHI BALLA A CENA?” CON UN MENU DEDICATO
E LO SPETTACOLO DEI BALLERINI HIP HOP TROOPERS FLOOR

Sabato 26 Settembre 2009, alle 20,30, il Ristorante L’Isola del Sole ad Albenga (Via Michelangelo 17; tel. 0182 593388; Internet: www.residencesole.it), proporrà l’iniziativa enogastronomica e spettacolare “Indovina chi balla a cena?”, con un menu speciale dedicato dello Chef Luca Cancedda e lo Spettacolo degli straordinari Ballerini Troopers Floor. Il menu prevede: Insalata di avocado e polpa di granchio, Hamburger di pesce spada con cetrioli, Sambalaya (riso cotto al forno con carne e pesce), American Pie (torta di mele). Il prezzo è tra i 25 e i 30 euro e include l’acqua e una bottiglia di vino bianco o rosso ogni quattro persone (Bianco Custoza Cesari e Rosso Grignolino d’Asti). La cena si svolgerà a bordo piscina e, in caso di avverse condizioni atmosferiche, l’evento si svolgerà all’interno nella sala ristorante, senza perdere di vista l’isola Gallinara. Prenotare conviene al numero 0182 593388.

TROOPERS FLOOR. Profilo
I Troopers Floor sono un gruppo di ballerini di strada (B-Boy) meglio conosciuti come breaker, cioè coloro che praticano la Break Dance. Questa danza negli anni ha avuto un’influenza di più stili come salsa, bachata, merengue, capoeira e dalla ginnastica artistica. È composta principalmente di tre parti: TOP ROCK, che è la parte danzata in piedi; FOOTWORK, tutto il corpo è ad un livello più vicino al pavimento rispetto al top rock, perché non si danza solo con i piedi ma c’è anche bisogno dell’ausilio delle mani, per creare movimenti circolari e allo stesso tempo bassi; POWERMOVE, meglio conosciute da tutti come rotazioni e qui il B-Boy utilizza qualsiasi parte del corpo per creare delle evoluzioni. È di grande impatto visivo; FREEZE, ovvero chiusure di ogni entrata. Dopo le varie evoluzioni, ogni B-Boy conclude con un “freeze”, cioè il ballerino si blocca in una posizione più o meno singolare e rappresentativa, in modo da far capire all’avversario o ballerino che ha concluso la sua danza. Per questo motivo richiede molto tempo e allenamento quotidiano: infatti chi si reputa un B-Boy, lo è in ogni momento della giornata, perché diventa uno stile di vita e una passione che va oltre il singolo allenamento e gara. Il gruppo è composto da ballerini genovesi che hanno deciso, visto la passione che condividono per questa disciplina,di unirsi e migliorare insieme la crescita stilistica e tecnica di questa danza, portando in giro per piazze, locali e palazzetti dello sport i loro spettacoli. I Troopers Floor si sono posizionati secondi alla gara “crew vs crew” della manifestazione Hip Hop Genova. I componenti sono: Francesco Trichilo, Giorgio Cangelosi, Marco Cangelosi, Milton Miguel Soliz Tarira e Riccardo Raibaudo.

LO CHEF LUCA CANCEDDA. Profilo
Luca Cancedda, sardo, 33 anni, un’esplosione di genio ed entusiasmo. Lascia la scuola alberghiera di Oristano nel 1992 e inizia la sua carriera nelle cucine di prestigiosi ristoranti italiani ed esteri. Dopo sette anni di training con chef di grande spessore culinario, comincia la sua carriera di chef. Così approda in hotel 5 stelle e ristoranti di riconosciuta fama della Liguria. La grande attenzione alle materie prime di eccellenza si lega a una maestria nel trattarle senza snaturarne i sapori semplici e naturali. È maestro negli accostamenti più innovativi e inusuali. Spazia dal carpaccio di branzino da lenza con zenzero candito, cipolla di Tropea e pesche di stagione allo spiedino di sogliola in tempura di birra e granita ai limoni di Varigotti. Leggiamo nei suoi piatti la tradizione della cucina della nonna, sviluppata con metodi di cucina prestigiosa. Riesce a fondere la tradizione sarda con quella ligure.

RESIDENCE IL SOLE DI ALBENGA.
Il Residence Sole si affaccia immediatamente sulla spiaggia di sabbia riservata, a cui si accede direttamente dal proprio appartamento.Tutti gli appartamenti hanno vista mare, con balcone o terrazza, davanti allo straordinario scenario dell’Isola Gallinara, parco naturale protetto.Ogni appartamento è dotato di cucina completamente equipaggiata (stoviglie, pentole ed accessori). Due piscine, una per i più piccini e una per gli adulti dotata di idromassaggio, sono tra i pregi più apprezzati del residence. Un mare di incanto, a dieci metri dalla propria camera. Una natura pura, autentica e un clima sempre mite fanno del Residence Sole un luogo di pausa tutto l’anno, con suite e appartamenti dotati dei comfort più avanzati.

INFORMAZIONI
Ristorante “L’Isola del Sole”
Via Michelangelo 17 Albenga (Savona)
Tel. 0182 593388 – 0182 51957
info@residencesole.it
www.residencesole.it

A tutti coloro che hanno frequentato il Thunder Road di Codevilla (lettera aperta)

lettera aperta da Manuel Clava.

 

Thunderroad(chiocciola)thunderroad.it

RIPARTE LA STAGIONE DI GRANDI CONCERTI JAZZ ALLA TAVERNA DEL FALCO DI CAMPO LIGURE


VENERDÌ 2 OTTOBRE 2009 ALLA TAVERNA DEL FALCO DI CAMPO LIGURE
RIPARTE LA STAGIONE DI GRANDI CONCERTI JAZZ ABBINATI A GUSTOSI MENU
NOVE APPUNTAMENTI SINO A DICEMBRE. AL VIA CON NANDO DE LUCA

Cucina genuina e prelibata e buona musica jazz suonata dal vivo. È il binomio vincente della Taverna del Falco di Campo Ligure (Via Ing. L. Bosco, tel. 010 920264), che riparte con la stagione di grandi concerti, curati dal direttore artistico Alberto Malnati. Nove appuntamenti da non perdere, suddivisi in tre cicli. Il primo è “Grandi pianisti in trio” e prenderà il via Venerdì 2 Ottobre 2009, con altri appuntamenti Venerdì 16 Ottobre 2009 e Domenica 1º Novembre 2009. Il secondo è “Tra Napoli e Jazz” e “Voci del Jazz”: 6, 13 e 20 Novembre. Il terzo, infine, è “Hot Saxes”: 4, 11 e 18 Dicembre. «Per la prima volta - afferma Alberto Malnati - ci spostiamo al venerdì sera, anche per sperimentare questa serata, dopo i successi che abbiamo registrato, gli scorsi anni, con la rassegna al sabato». Il locale, diretto dai fratelli Ferruccio e Danilo Galbiati si avvale, per la parte gastronomica, del fondamentale contributo dell’esperto Matteo Pastorino, ferroviere pensionato e cultore della grande cucina italiana e internazionale. Alcune sue ricette sono state pubblicate su “La Cucina Italiana”. I Vini provengono dalla fornitissima cantina di Ferruccio Galbiati. Prenotare conviene, allo 010 920264. Il locale è anche pizzeria e focacceria gestita da Danilo Galbiati.
Come arrivare: prendere l’autostrada A26 Genova-Gravellona, uscire a Masone e procedere da qui in direzione Campo Ligure. Dopo 3-4 km si arriverà al “Mobilificio Oliveri”, subito dopo questo svoltare a sinistra nella stradina che scende giù ripida verso la ferrovia.

Ma ecco il programma dettagliato, abbinato alle rispettive degustazioni.
Venerdì 2 Ottobre 2009: Nando de Luca e Falco Home Band: con Nando de Luca al pianoforte, Alberto Malnati al contrabbasso e Rodolfo Cervetto alla batteria. Degustazione di Filetto di maiale affumicato, Lardo di Arnad e Miele di castagno e Crema di marron glacé. Vino Chianti Classico Docg Agricoltori del Geografico.
Venerdì 16 Ottobre 2009: Riccardo Zegna e Falco Home Band: con Riccardo Zegna al pianoforte, Alberto Malnati al contrabbasso e Rodolfo Cervetto alla batteria. Degustazione di Branzino con nocciole e funghi porcini. Vino Cerasuolo di Vittoria Docg Planeta.
Domenica 1º Novembre 2009: Edgardo “Dado” Moroni Trio (special event): con Dado Moroni al pianoforte, Peter Washington al contrabbasso ed Enzo Zirilli alla batteria. Degustazione di Bianco e nero di agnello in doppia panatura più Pesto di pistacchi di Bronte. Vino Dolcetto di Dogliani Doc Cascina Corte.
Venerdì 6 Novembre 2009: Max Amozio Quartet “Tra Napoli e Jazz”: con Max Amozio alla chitarra, Ugo Bongiani al pianoforte, Angelo Ferrua alla batteria e Andrea Cozzani al basso elettrico.
Venerdì 13 Novembre 2009: Mariangela Bettanini Quartet: con Mariangela Bettanini voce, Andrea Pozza al pianoforte, Aldo Zunino al contrabbasso e Rodolfo Cervetto alla batteria.
Venerdì 20 Novembre 2009: Cristina Molinelli Trio: con Cristina Molinelli voce, Massimo Currò alla chitarra e Manuele Dechaud al contrabbasso.
Venerdì 4 Dicembre 2009: Paolo Maffi Electric Jazz Quartet: con Paolo Maffi al sax alto, Alberto Miccichè al basso elettrico, Pasquale Campolo alla batteria e Marco Traversone alla chitarra.
Venerdì 11 Dicembre 2009: Tullio Ricci Hard-Beat Quartet: con Tullio Ricci al sax tenore e sax alto, Luca Dell’Anna al pianoforte, Alberto Malnati al contrabbasso e Robert Lopez alla batteria.
Venerdì 18 Dicembre 2009: Michael Campagna & The Jazz Brotherhood: con Michael Campagna al sax tenore e soprano, Alberto Malnati al contrabbasso, Fausto Ferraiuolo al pianoforte e Rodolfo Cervetto alla batteria.

INFORMAZIONI
Ferruccio e Danilo Galbiati
Taverna del Falco
Via Ing. L. Bosco - 16013 Campo Ligure (Genova)
Tel. 010 920264

IL NUOVO SHOWROOM DI MOLINARI ARREDAMENTI PER FESTEGGIARE I 160 ANNI DI ATTIVITÀ


VENERDÌ 25 SETTEMBRE 2009 VIENE INAUGURATO IL NUOVO SHOWROOM
DI MOLINARI ARREDAMENTI PER FESTEGGIARE I 160 ANNI DI ATTIVITÀ
L'ALLESTIMENTO DI CLEMENTE MARIANI ISPIRATO AL SALONE DEL MOBILE

Venerdì 25 Settembre 2009, dalle 18,30 in poi, verrà inaugurato il rinnovato showroom di Molinari Arredamenti (Via Gelasio Adamoli 533; tel. 010 804763; Internet: www.molinariarredamenti.it). Mille e cinquecento metri quadrati interamente rivisti, anche alla luce delle ultimissime concezioni su arredamento e design. Il tutto, per festeggiare i 160 anni di attività di uno dei marchi più antichi e rinomati di Genova. L’evento (ingresso su inviti, ma dal giorno dopo tutti potranno entrare e ammirare) è stato organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Genova (Internet: www.ge.archiworld.it). «Il nuovo showroom - spiega l’Arch. Matteo Molinari è stato concepito per festeggiare i 160 anni di attività, ma anche i 50 da quando ci occupiamo di design. Molinari Arredamenti, infatti, ha sempre avuto una particolare attenzione non soltanto ai mobili e agli oggetti di qualità, ma anche al loro aspetto esteriore, sempre il più possibile innovativo e attento alle mode del momento e alle ultimissime tendenze». Ed è seguendo questa filosofia che sono stati rinnovati i mille e cinquecento metri quadrati. Negli anni, infatti, è cambiato il concetto stesso legato alla proposta espositiva. Oggi da Molinari possiamo trovare non solo uno showroom, ma una vera e propria mostra delle varie tendenze e stili dell’arredamento italiano. Al nuovo “formato” hanno lavorato l’Architetto milanese Clemente Mariani, specializzato in arredamenti di spazi espositivi e spesso presente al prestigioso Salone del Mobile di Milano, Janua Palumbo, Art Director dell'azienda Molinari Arredamenti, e l'Arch. Matteo Molinari. «Si è lavorato - osserva Matteo Molinari - proprio seguendo le linee guida indicate dal Salone del Mobile di Milano. Si è dato maggiore risalto, rispetto al passato, al sistema di luci e alle pareti divisorie, che sono diventate vere e proprie vetrate serigrafate. Inoltre, all'interno di questo grande spazio espositivo, attraverso un nuovo percorso, si possono vedere e trovare le migliori selezioni delle più innovative aziende del mobile e del design di qualità. Abbiamo suddiviso il percorso in zona giorno e zona notte. E ognuno, ovviamente, potrà iniziare da dove preferisce».

L’AZIENDA
Molinari Arredamenti è un’azienda a carattere familiare che opera da più di cento anni sul mercato genovese. Nel 1850 inizia l’attività di mobilieri nel centro storico e si sviluppa e si trasforma nel corso dei decenni ampliando la gamma, tanto che attualmente gli spazi espositivi sono due, in Via Adamoli nel quartiere di Struppa e in Via Roma, nel cuore del centro cittadino. In entrambi i negozi sono presenti architetti e arredatori per capire le esigenze del cliente e indirizzarlo nelle scelte fornendo un servizio qualificato e affidabile. Il servizio di progettazione e architettura di interni passa attraverso la selezione e la proposta delle migliori aziende presenti sul mercato. Da sempre la politica commerciale dell’azienda Molinari è orientata su una scelta di qualità in quanto ritenuta l’unica in grado di fidelizzare il cliente negli anni grazie a una buona riuscita del prodotto. Proprio per questo lo slogan aziendale che accompagna tutt’oggi la comunicazione è “La qualità nell’arredare”.

INFORMAZIONI
Molinari Arredamenti
Tel. 010 804763
Internet: www.molinariarredamenti.it
E-mail: info@molinariarredamenti.it

Video Mostra - Irascibile

A coronamento della riuscita mostra estiva "Irascibile" vi inoltriamo il
link a YouTube del video realizzato da Cristina e Alberto Cavanna che
ringraziamo moltissimo.

Aggiungiamo anche il link al sito (la pagina della mostra "Irascibile" la
trovate nella sezione "Opere") dove abbiamo riportato il bell'articolo di
Patrizia Nosengo: anche a lei vanno i più sinceri ringraziamenti.

A presto,
Lucio Laugelli

Il Video: http://www.youtube.com/watch?v=59_k9ZR75is

Il sito web: http://laugelli.cjb.net/

mostra

http://www.sestri-levante.net/index.php?idinfo=1507
dalla mostra " fra scene e camerini " in esposizione al Festival della
Fotografia a Sestri Levante

PAT E RIC IN CONCERTO ALLA SERATA ENOGASTRONOMICA DEL RISTORANTE L’ISOLA DEL SOLE


SABATO 19 SETTEMBRE 2009 AD ALBENGA (SV) AL RISTORANTE
L’ISOLA DEL SOLE SERATA SPECIALE “RISOTTO ALLA CHITARRA”
CON UN CONCERTO A BORDO PISCINA DEL DUO PAT E RIC

Sabato 19 Settembre 2009, alle 20,30 al Ristorante L’Isola del Sole ad Albenga (Via Michelangelo 17; tel. 0182 593388; Internet: www.residencesole.it), prosegue, dopo il grande successo del primo appuntamento, l’iniziativa “Quando il cibo si fa Canto”, ovvero cena a bordo piscina e concerto live. Questa volta sarà di scena il duo formato da Pat e Ric (Internet: www.pateric.it) che proporrà musica italiana e straniera dagli anni Sessanta a oggi. L’ottimo chef sardo Luca Cancedda ha coniato per questa serata il titolo “Risotto alla chitarra”. Proporrà, infatti, un menu che ruoterà intorno al riso come piatto principale: Risotto mantecato alla Jimi Hendrix con moscardini e pecorino. Le altre portate saranno sempre in omaggio a grandi protagonisti della canzone di tutti i tempi: Trancio di salmone alla Elvis, con salsa verde, Carpaccio di manzo con pesche alla moda dei Rokes, Trancio di pesce spada dei Rolling Stones in crosta di erbe, Semifreddo all’amaretto alla moda di Vasco. Il prezzo sarà di 40 euro, comprensivo di acque e una bottiglia di Pigato Bruna ogni quattro persone. In caso di cattivo tempo, l’evento si svolgerà all’interno della sala ristorante senza perdere di vista l’incantevole panorama sull’isola Gallinara. Collabora all’iniziativa la compagnia I Fieui di Caruggi. «La nostra non sarà un’iniziativa sporadica - sottolinea il direttore Mario Coscia - A questo primo evento, infatti, seguiranno una serata di Break Dance di grande livello e un menu dedicato al prezioso “Piatto Blu” pre-romano del nuovo museo Palazzo Oddo di Albenga. Credo che il posto decisamente incantevole, la capacità del nostro staff di cucina e la qualità delle proposte spettacolari possano essere per l’intera Riviera un vero momento di richiamo e di offerta valida per il turismo di fuori stagione».

PAT E RIC. Profilo
Il duo propone un repertorio sia italiano che straniero molto vasto che va dagli anni Sessanta a oggi: dai Rolling Stones, Beatles, Credence Clearwater Revival, America, Rod Stewart, Cat Stevens, Santana, Eric Clapton, a Zucchero, Vasco Rossi, Franco Battiato, Ivano Fossati, Lucio Dalla, Lucio Battisti; da Santana, Jethro Tull, U2, Bob Marley, a Nickelback, Rem, Stereophonics, Red Hot Chili Peppers, ma anche De Andrè, Elio e le storie Tese. Quello che si cerca è sempre di ottenere un coinvolgimento del pubblico adattando le scelte musicali al tipo di risposta degli ascoltatori. Riccardo Giudice è nato a Spotorno nel 1947 ed ha alle spalle una lunghissima carriera in gruppi professionistici con cui ha suonato in tutta Italia e all'estero, in Germania, Danimarca, Lussemburgo, Belgio, Africa. Ha anche militato in gruppi locali con all'attivo alcune incisioni: Blackout, con cui ha inciso il brano originale “Bukowsy”; Belli fulminati nel bosco, gruppo rock-demenziale, che hanno inciso il brano originale “Sbarco il lunario”. Ha terminato da poco l'incisione del cd “Klasse Kriminale” con il gruppo punk dei Klasse Kriminale. Patrizio Di Fazio, invece, è nato a Talence (in Francia) nel 1955 e ha suonato nel gruppo di Rhythm and Blues “Banditeci Blues Band”. Ha partecipato e curato per molti anni il locale “Halloween” di Alassio, che ha gestito dal 1989 al 2002 con una Jam Session che ha visto transitare sul suo palco i migliori musicisti della zona. Ha preso contatto con questa forma di esibizione musicale durante una permanenza di un anno a New York, durante la quale ha potuto studiare alla scuola di Steve Tarshis.


LO CHEF LUCA CANCEDDA. Profilo
Luca Cancedda, sardo, 33 anni, un’esplosione di genio ed entusiasmo. Lascia la scuola alberghiera di Oristano nel 1992 e inizia la sua carriera nelle cucine di prestigiosi ristoranti italiani ed esteri. Dopo sette anni di training con chef di grande spessore culinario, comincia la sua carriera di chef. Così approda in hotel 5 stelle e ristoranti di riconosciuta fama della Liguria. La grande attenzione alle materie prime di eccellenza si lega a una maestria nel trattarle senza snaturarne i sapori semplici e naturali. È maestro negli accostamenti più innovativi e inusuali. Spazia dal carpaccio di branzino da lenza con zenzero candito, cipolla di Tropea e pesche di stagione allo spiedino di sogliola in tempura di birra e granita ai limoni di Varigotti. Leggiamo nei suoi piatti la tradizione della cucina della nonna, sviluppata con metodi di cucina prestigiosa. Riesce a fondere la tradizione sarda con quella ligure.

RESIDENCE IL SOLE DI ALBENGA.
Il Residence Sole si affaccia immediatamente sulla spiaggia di sabbia riservata, a cui si accede direttamente dal proprio appartamento.Tutti gli appartamenti hanno vista mare, con balcone o terrazza, davanti allo straordinario scenario dell’Isola Gallinara, parco naturale protetto.Ogni appartamento è dotato di cucina completamente equipaggiata (stoviglie, pentole ed accessori). Due piscine, una per i più piccini e una per gli adulti dotata di idromassaggio, sono tra i pregi più apprezzati del residence. Un mare di incanto, a dieci metri dalla propria camera. Una natura pura, autentica e un clima sempre mite fanno del Residence Sole un luogo di pausa tutto l’anno, con suite e appartamenti dotati dei comfort più avanzati.

INFORMAZIONI
Ristorante “L’Isola del Sole”
Via Michelangelo 17 Albenga (Savona)
Tel. 0182 593388 – 0182 51957
info@residencesole.it
www.residencesole.it

POST RECENTI